#Pinocchio torna a casa, con #Rodari e il #Teatrod’Aosta

_FAB0100-2di Marco Blardone

Il Pinocchio di Rodari torna a casa. La Compagnia Teatro d’Aosta, dopo aver fatto ridere ed emozionare i bambini di tutta Italia e anche all’estero, con lo spettacolo tratto dalla Filastrocca di Pinocchio scritta da Gianni Rodari, si prepara a metterlo in scena il 14 agosto alle 21.00 anche nel Parco della Biblioteca di Verbania, avvicinandosi così alle terre tra Lago Maggiore e Lago d’Orta che diedero i natali all’ineguagliabile scrittore di storie per ragazzi cusiano.

Stefania Ventura, l’attrice che muoverà i fili del burattino troppo umano per restare solo un pezzo di legno, non ci nasconde la sua emozione nel far rivivere le rocambolesche avventure di Pinocchio proprio nei luoghi rodariani.

“Sono nove anni che porto in scena questo spettacolo, e già prima veniva eseguito dalla Compagnia. E’ un nostro cavallo di battaglia, ed è quindi emozionante e gratificante pensare di poterlo interpretare proprio in questi posti. Rodari, per chi lavora a contatto con i ragazzi come noi, rimane una fonte di ispirazione inesauribile, perché con le sue parole è stato capace di parlare al cuore dei bambini di tutte le età. La sua filastrocca di Pinocchio, con la delicatezza della poesia, riesce a fare una sintesi del libro di Collodi così ricca di ritmo e di immagini da essere particolarmente adatta per venire portata in scena”.BUR

La vostra Compagnia opera prevalentemente nel teatro per l’infanzia e per la gioventù, quali stimoli e quali difficoltà si incontrano rivolgendosi ad un pubblico così delicato?
Occuparsi di teatro per ragazzi è una sfida e un’avventura quotidiana. Non ci si può mai fermare, bisogna restare al passo con i tempi, perché i bambini cambiano e cambiano i linguaggi delle nuove generazioni. Per riuscire a comunicare con loro efficacemente, per far passare un’emozione, bisogna utilizzare regole ben precise, perché ogni fascia di età ha le sue esigenze. Sono un pubblico che non mente; lo capisci subito se una cosa funziona oppure no. Io sono convinta che fare teatro per ragazzi abbia un’importanza fondamentale, sono il futuro della nostra società e il teatro è uno strumento educativo e di crescita potentissimo. Per me è un privilegio poter rivivere tutti i giorni la magia dello stupore dei bambini”.

Bisogna trovare il modo più adatto per rivolgersi ad ogni fascia di età. Per chi è pensato specificamente lo spettacolo di TeaTRO DA Ridere?
Il pubblico ideale del Pinocchio di TeaTRO DA Ridere sono le famiglie, perché è uno spettacolo molto vario, dove vengono mischiati diversi linguaggi, ed è quindi in grado di coinvolgere tutti i bambini, sia i più piccoli che quelli già un po’ cresciuti. C’è la filastrocca; l’aspetto visivo con la scenografia costituita da un grande libro in cui si girano le pagine a seconda dei momenti della storia; la musica con l’accompagnamento della chitarra e il testo che viene metà recitato e metà cantato. E poi c’è lui, il protagonista assoluto: la marionetta di Pinocchio, capace ogni volta di risvegliare la curiosità dei bambini, colpiti più da quel burattino che dagli effetti speciali hollywoodiani, proprio perché sentono che è vero”.

Voi lavorate molto nelle scuole e con gli altri enti dell’istruzione e della cultura. Quali possibilità di sinergia ci sono secondo voi tra il teatro e le attività delle biblioteche e della promozione della lettura?
In questo periodo di crisi, le biblioteche sono una realtà che resiste e che riesce ancora a realizzare belle iniziative per i ragazzi, spesso puntando più sul valore delle idee che sulla disponibilità di fondi. Sicuramente i punti di contatto tra teatro e lettura sono tantissimi e ricchi di potenzialità educative: sono strumenti capaci di alimentare la curiosità e la capacità di pensare e di stupirsi delle nuove generazioni; per questo il loro incontro è uno dei terreni più fertili su cui seminare per avere un futuro migliore”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...