Archivi tag: verbania

Il Barbiere di Siviglia

IMG_0956Parlare di un’opera lirica è difficile, soprattutto se non si è dei profondi conoscitori del genere, ma non è mia intenzione fare una valutazione tecnica. Piuttosto ho voluto considerare lo spettacolo per come si è offerto al pubblico verbanese.

Nudi di ricche scenografie e costumi, i cantanti hanno potuto mettere maggiormente l’accento sulla struttura burlesca dell’opera. Il Barbiere di Siviglia è di fatto un’opera buffa, dove travestimenti e tentativi di fuga ben s’intersecano con la storia d’amore che lega Rosina al Conte d’Almavilla.

Un’opera che fu un fiasco alla sua prima interpretazione, tanto da convincere l’autore, Gioachino Rossini, a non assistere alla serata successiva. Contrariamente, però, già dalla seconda serata cominciò il successo dell’opera che diventò col tempo una delle più famose del compositore.

Due parole per ricordare il racconto. Il nobile Conte d’Almaviva è innamorato della giovane Rosina che, orfana, vive con il tutore Bartolo di lei innamorato e deciso a sposarla. Al fine di non avere sorprese, Bartolo tiene Rosina chiusa in casa impedendole di ricevere visite, ma Figaro interviene con i suoi maneggi affinché il tutore Bortolo non l’abbia vinta e la giovane possa incontrare il suo vero amato.

Giovani i cantanti e giovane l’interpretazione, con qualche nota aggiunta al testo originale che spicca nel contesto, in particolare quando don Bartolo accenna ai brani di Orietta Berti con un “Finché la barca va” a cui probabilmente il nostro buon Rossini non aveva pensato. Ma d’altra parte, questa è la forza dell’intera interpretazione, che riesce a divertire e incantare il pubblico proprio per la freschezza della regia e per l’agile movimento di tutti gli artisti sul palco.

La facciata della Biblioteca si illumina, le luci proiettano colori e IMG_0959forme che danzano con le voci degli artisti. La balconata si trasforma velocemente nel balcone di Rosina, in uno spazio per il coro, per poi dare modo ai cantanti di entrare e uscire di scena velocemente durante le scene. Sul palco solo il pianoforte, una poltrona e un tavolino arricchito da un candelabro e qualche libro.

Nulla disturba l’attenzione e, forse può sembrare eretico dirlo, così ci si concede totalmente al canto e si riesce a notare meglio i più piccoli dettagli. Peraltro, pur trattandosi di un’opera buffa, Il Barbiere di Siviglia impegna non poco i cantanti soprattutto nei pezzi corali e nella celeberrima “Largo al factotum della città” che se ascoltata attentamente diventa un vero scioglilingua.

Spettacolo impeccabile, insomma, che non tarda a raccogliere un pubblico numeroso e attento sino a tarda ora. Alla fine, liberare la scena lascia l’amarezza di un sogno finito troppo in fretta.

Per rendere omaggio a tutti, questi gli interpreti della serata, nella speranza di incontrarli ancora nella prossima stagione di “Allegro con Brio”:

  • Conte di Almavilla (tenore) – Livio Scarpellini
  • Figaro (baritono) – Lorenzo Battagion
  • Rosina (contralto) – Camilla Antonini
  • Don Bartolo (baritono) – Carlo Torriani
  • Don Basilio (basso) – Fulvio Valenti
  • Berta (soprano) – Eugenia Braynova
  • Fiorello (baritono) – Niccolò Scaccabarozzi
  • Al pianoforte: Mirco Godio

Cristiana Bonfanti

Allegro con Brio 2014: gli applausi sono stati più forti della pioggia

BIBLIOVB_allegroconbrio14_locandina_2032x45_web-page-001di Marco Blardone

Due mesi, diciotto spettacoli, quasi tremila spettatori: sono queste le cifre della stagione 2014 di Allegro con Brio. Ma non sono solo numeri, sono storie, persone, momenti. Sono emozioni vissute, condivise e poi portate a casa per farci accompagnare ancora un po’.

Nonostante il maltempo che quest’anno ha imperversato, comportandosi da ospite, non gradito ma purtroppo affezionato, che ha saltato soltanto poche serate, la rassegna di eventi organizzati dalla Biblioteca Civica di Verbania, giunta alla sua seconda edizione, ha fatto registrate anche quest’estate un ottimo successo, sia in termini di presenze che di gradimento dell’offerta, vedendo accolti con curiosità e interesse anche gli spettacoli più impegnativi.

Basti pensare a Io dell’istrionico Antonio Rezza, che ha inchiodato 250 persone per due ore alle poltroncine dell’Auditorium Sant’Anna, in un geniale miscuglio di comicità e cruda critica delle contraddizioni della nostra società. Oppure a Rigoletto. Una storia di oggi, che ha riattualizzato la musica della grande opera lirica con gli interventi narrativi e l’ironia delicata di Enrico Beruschi.

Allegro con Brio aveva come obbiettivo principale quello di coinvolgere il pubblico, e il pubblico è stato realmente coinvolto, a volte anche fisicamente, sia all’inizio che alla fine dell’iniziativa, come in un ideale cerchio che si è chiuso.

Durante l’inaugurazione, domenica 6 luglio, la pittoresca parata del Circo Inzir ha portato un po’ della magia di acrobati e saltimbanchi in giro per le strade di Verbania, contagiando tutti i passanti, mentre nella sera dei saluti a fine agosto, Iaia Forte, incantata dalla bellezza del parco della biblioteca, con il lago a fare da spettatore, ha sfidato le nuvole minacciose per mettere in scena il suo spettacolo Hanno tutti ragione all’esterno, prima di essere costretta insieme alla sua platea a battere in ritirata per trovare riparo al chiuso dall’immancabile acquazzone.

In mezzo, tra il circo e l’ultimo spettacolo, c’è stata una cavalcata di film, concerti, teatro e burattini che ha saputo rivolgersi a tutte le fasce di pubblico.

Oltre che per la partecipazione del pubblico, Allegro con Brio ha avuto successo anche grazie all’entusiasmo dei volontari che numerosi, insieme al personale della biblioteca, si sono dati appuntamento per preparare al meglio tutte le serate, ognuno portando la propria disponibilità e trovando spazio per le sue capacità, occupandosi di tutti gli aspetti, dall’allestimento del palco all’accoglienza, dalla bancarella dei libri usati alla promozione sul blog e i siti internet.

Questo grande impegno non solo ha sempre consentito di far esibire gli artisti davanti a sale piene, ma ha anche contribuito alla raccolta delle donazioni per il Fondo Lift della Fondazione Comunitaria del VCO, rafforzando il matrimonio di fondamentale importanza tra cultura e solidarietà.

Calato il sipario, rimane viva la soddisfazione per aver visto tanti occhi lucidi e tanti sorrisi, sperando di trovare l’anno prossimo anche cieli più sereni.

Allegro con Brio: buona la prima!

IMG_2112 IMG_2122 IMG_2161 IMG_2231 IMG_2245 IMG_2349La parata per la città e il Circo Inzir hanno inaugurato
l’estate di eventi della Biblioteca di Verbania

di Marco Blardone

Il cielo grigio non ha fermato Allegro con Brio e la parata di vitalità e di colori che ha portato per le strade di Verbania domenica 6 luglio, quando ha preso ufficialmente il via la stagione di cinema, musica, arte e teatro organizzata quest’estate dalla Biblioteca Civica Ceretti di Verbania con il sostegno della Fondazione Comunitaria del VCO e della Fondazione CRT..
Nonostante le incertezze meteorologiche, dalle 4 di pomeriggio gli artisti del Circo Inzir hanno animato le vie della città, portando l’energia senza tempo di uno spettacolo che da sempre affascina grandi e bambini, per culminare con l’esibizione all’Auditorium Sant’Anna alle ore 21, con un susseguirsi di numeri di clownerie e prodezze di acrobati e giocolieri.
Non poteva esserci inizio migliore per una rassegna che fa della varietà delle proposte e della voglia di suggerire nuove scoperte la sua bandiera, al di là dei preconcetti e delle differenze. La filosofia di Inzir, infatti, abbina all’intrattenimento la sensibilità sociale, intendendo il circo come potente mezzo di comunicazione, unione e condivisione tra le persone e le culture. E sicuramente questo messaggio di multiculturalità e integrazione non ha lasciato indifferenti le duecento persone che hanno gremito domenica le poltroncine dell’Auditorium.
Dopo il circo, anche il cinema ha fatto registrare un ottimo riscontro di pubblico, con una settantina di persone che hanno assistito martedì 8 al primo film della rassegna “Belloraro”: Sugarman, lungometraggio che narra le vicende di Sixto Rodriguez, cantautore americano degli anni ’60 dimenticato in patria ma seguitissimo in Sudafrica, tanto da fare delle sue canzoni un inno contro l’apartheid.
Dopo un avvio così di successo, si replica la settimana prossima con la proiezione del film La banda mercoledì 16 luglio nel parco della Biblioteca alle ore 21. Anche questa volta la musica farà da tema conduttore di una storia in cui si seguiranno le peripezie della piccola banda musicale della Polizia di Alessandria d’Egitto, smarrita a causa di un’incomprensione lingusitica in una città isolata nel deserto israeliano, tra episodi comici e un velo di trasognata malinconia.
IMG_2599Sempre musica, ma questa volta suonata dal vivo venerdì 18 alle ore 21, con il concerto del collettivo Floating Forest. Un progetto, il loro, in continua evoluzione, che ogni volta si rinnova, cambiando interpreti, audience e situazioni, dando vita a performance di note inaspettate e sempre nuove, che colpiscono con la forza dell’improvvisazione. Guest star della serata sarà Achille Succi, musicista molto conosciuto in Europa anche per le sue collaborazioni con Uri Caine e Vinicio Capossela.

Eccoci in partenza con un’estate di arte, musica, teatro a Verbania

allegroFrizzante come una bibita fresca con cui dissetarsi nel caldo dell’estate, Allegro con brio si prepara, anche per quest’anno, a vivacizzare le serate di luglio e agosto con un programma ricco di eventi che avranno luogo in riva al lago, nel parco della Biblioteca Civica Ceretti.
L’iniziativa, curata dalla Biblioteca, con il sostegno della Fondazione Comunitaria del VCO e della Fondazione CRT, ha come scopo principale quello di offrire a tutti un’occasione per uscire di casa, incontrare altre persone, condividere stimoli e momenti, conoscere, confrontarsi ed essere curiosi. Cinema, musica, teatro, spettacoli di burattini per i bambini, e persino il circo: sono davvero tanti gli appuntamenti che ci aspettano.
L’edizione 2014 di Belloraro, la sezione di cinema, ha già nel titolo, Musica prendimi l’anima, una chiara dichiarazione di intenti: mostrarci quanto possa essere importante la musica nel cinema che amiamo, instaurando con le immagini un’alchimia magica, capace di portarci in un’altra dimensione. Tante le tappe di questo viaggio, dal clima urbano di “Sacro Gra” di Gianfranco Rosi, interamente ambientato sul Grande Raccordo Anulare di Roma al “Golem”, film muto del 1920 con un’evocativa colonna sonora che sarà eseguita dal vivo dai Calegari Bros, passando per “Body and soul” dedicato a Petrucciani, “Sugar”, “La Banda”, “Noi siamo infinito”, “È stato il figlio” e “Passione”.
Le suggestioni musicali dell’estate di Allegro con brio non si fermano qui. Numerosi sono i concerti in programma: si comincerà venerdì 18 luglio con il ‘Collettivo Floating Forest’ e la loro musica improvvisa, per proseguire con ‘Classica for dummies’ venerdì 25 luglio, per scoprire con la comicità di Microband la bellezza della musica classica. In questa direzione continua il Rigoletto di Verdi presentato da Enrico Beruschi, per chiudere con gli arrangiamenti raffinati di ‘Saxology’ il 22 agosto.
In questa rassegna non poteva mancare il teatro, con la vulcanica e strabordante creatività di Antonio Rezza che porterà a Verbania il il suo spettacolo ‘Io’. Allegro con Brio si chiude poi il 29 agosto con ‘Hanno tutti ragione’, tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Sorrentino, in cui il protagonista Tony Pagoda è interpretato dall’attrice Iaia Forte.
Non c’è estate senza il sorriso di un bambino, e tante saranno anche per i più piccoli le occasioni per stupirsi e divertirsi. Si comincia da subito, con la parata del Circo Inzir, adatta a tutte le età, che inaugurerà tutta la rassegna domenica 6 luglio, per proseguire con ‘I sogni di Celetino’ raccontati dalle marionette del Dottor Bostik, con la fiaba di ‘Hansel e Gretel fratelli di cuore’ e con il ‘TeatRO DA RIdere’ che incanterà i suoi giovani spettatori con il Pinocchio di Gianni Rodari.
Ognuno secondo i propri gusti potrà trovare gli eventi che più lo interessano, e magari si potrà anche arrischiare ad assistere ad uno spettacolo che non conosce, perché spesso fare una cosa nuova dà più soddisfazione che ripetere una cosa che ci piace. E il fascino della scoperta può aprirci davanti agli occhi orizzonti che prima non vedevamo.
È questo lo spirito dell’estate di Allegro con brio 2014.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti e avranno luogo presso la Biblioteca Ceretti (in caso di pioggia in un luogo alternativo). Durante ogni serata sarà presente la bancarella del libro usato, il cui ricavato, insieme a quello delle offerte, sarà devoluto al FONDO LIFT finalizzato al sostegno di iniziative e progetti legati al mondo del lavoro.

Per ogni ulteriore informazione visitare il sito della biblioteca: http://www.bibliotechevco.it
Info: Biblioteca Civica (tel. 0323 401510 ; e-mail: direzione.verbania@bibliotecheVCO.it)